domenica 29 gennaio 2017

Ceci e linguine

Nei primi pensieri che avevo formulato per questo nuovo anno non vi era certo spazio per notizie tanto tristi come quelle che ci è toccato in sorte di sentire nelle ultime settimane. Ho cucinato molto, come sempre accade in momenti difficili - come una sfida per contrastare la perdita e la sfortuna, anche se la mia sfida serve effettivamente a poco e non spiega l'abbattersi cieco del destino. Il pensiero però è tutto lì e mi convince a non lamentarmi se qualcosa di piccolo nella mia vita va storto. E' una lezione di rispetto e dignità di cui fare tesoro, ma vorrei averla imparata senza che le mie orecchie avessero scontrarsi con parole di tristezza.

CECI E LINGUINE

Ingredienti per 2 persone

150 g di linguine o tonnarelli
100 g di ceci secchi
tre acciughe
una cipolla piccola
tre foglie di alloro
tre rametti di rosmarino
olio evo
sale

Mettete a bagno i ceci per una notte, e il giorno dopo cuoceteli in acqua bollente con un rametto di rosmarino e una foglia di alloro. Io non ho la pentola a pressione e per la cottura dei ceci ho calcolato un'ora e mezza circa.
Scolate i ceci tenendo da parte l'acqua di cottura.
Preparate un brodo vegetale con sedano e carota.
Tritate una cipolla e fatela soffriggere in poco olio. Versate i ceci nel soffritto, aggiungete le acciughe, i rametti di rosmarino e le foglie di alloro, salate e insaporite sul fuoco per una decina di minuti.
Cuocete le linguine nel brodo vegetale e nell'acqua di cottura dei ceci, tenendone da parte un po'.
Quando le linguine sono pronte, scolatele e versatele nella padella con i ceci, allungando con un goccio di acqua di cottura. Mescolate bene e fate saltare.
Servite ceci e linguine ben caldi con un filo di olio extravergine e una foglia di alloro.



martedì 17 gennaio 2017

Grissoni rustici al radicchio con miele, aceto balsamico e noci per il contest NATALizia

Oggi sono in vena di divertimento e vi propongo la ricetta che parteciperà al contest lanciato da Alessandra di "Dolcemente Inventando" con i prodotti Mielizia. A dire il vero avevo tanto miele in casa e non ho usato quello, ma mi riprometto di provarlo presto, qui a casa ne siamo entrambi golosi!

GRISSONI RUSTICI AL RADICCHIO CON MIELE, ACETO BALSAMICO E NOCI

Ingredienti per una ventina di grissini

Per i grissini:

270 g di farina 0
un cucchiaino di sale
mezza bustina di lievito per torte salate
100 ml di olio di semi
100 ml di acqua bollente

Per il condimento:

mezzo radicchio di Treviso precoce
tre cucchiaini di miele di melata
un cucchiaino e mezzo di aceto balsamico
quattro noci
olio evo delicato, per me Olearius ligure
un pizzico di sale

Mescolate prima gli ingredienti secchi: farina, lievito e sale, poi quelli liquidi: olio e acqua. Impastate dapprima con una forchetta, poi con le mani, fino a ottenere un panetto liscio e morbido.
Lavate con cura il mezzo radicchio e tagliate le foglie a listarelle piuttosto sottili.
Scaldate una padella con un filo d'olio, ponetevi il radicchio scolato e asciugato, fate appassire leggermente e aggiungete il miele e l'aceto balsamico. 
Tritate le noci al mortaio e aggiungete anch'esse al radicchio con la sua salsa (occorreranno circa venti minuti). Salate.
Aggiungete ora il radicchio all'impasto, prelevatene una manciata e ricavate dei grissini spessi - io li ho chiamati "grissoni" perché questo nome mi sembrava più adatto al loro aspetto rustico.
Riscaldate il forno.
Ponete i grissoni sulla leccarda del forno, irrorateli con un filo d'olio extravergine d'oliva e fateli cuocere per una mezz'oretta, avendo l'accortezza di girarli a metà cottura.
Servite i grissini con parmigiano stagionato 36 mesi, miele e gherigli di noci.




Con questa ricetta partecipo al contest  NATALizia: Il menù delle feste con Mielizia del blog Dolcemente Inventando


lunedì 2 gennaio 2017

Coccole di cioccolato per un inizio d'anno...morbido e accogliente

Il cenone di Capodanno, l'avrete capito, l'ho preparato io in casa all'insegna di piatti leggeri e gustosi. Eravamo solo noi due, ma Luca ha apprezzato tutte le pietanze che ho messo in tavola e questo mi ha ripagato delle ore trascorse in cucina. 
Vi presento il dessert, piuttosto noto eppure sempre d'effetto. La sua morbidezza lo fa somigliare a una coccola di cioccolato, e per di più senza glutine e lattosio. Ringrazio le mie amiche che me l'hanno fatta assaggiare durante le nostre cene fra donne e mi hanno decisamente convinto a farla diventare "una ricetta di casa".

COCCOLE AL CIOCCOLATO

100 g di cioccolato fondente
70 g di zucchero di canna
70 g di farina di riso
40 g di cacao amaro
un bicchiere di latte di soia o di riso
40 ml di olio di semi
un pizzico di sale
mezza bustina di lievito chimico

Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria.
Ponete in una ciotola gli ingredienti secchi, poi unite quelli liquidi e il cioccolato sciolto. Mescolate bene e da ultimo aggiungete il lievito.
Ungete con olio degli stampini di metallo o dei pirottini di alluminio e versatevi il composto.
Cuocete in forno caldo per circa quindici minuti.
I tortini vanno serviti molto caldi, dopo averli sformati sui piatti da dessert che porterete in tavola. Spolverizzate con zucchero a velo e decorate con un'amarena per renderli ancora più golosi.

Come scatole cinesi

Cosa riserverà per noi questo anno nuovo, non possiamo saperlo. Io spero che sarà come un gioco di scatole cinesi, e che alla fine di ogni giornata riusciremo a trovare almeno un piccolissimo pensiero positivo, senza smettere di cercare.
Buon 2017 a tutti.

TRIGLIE ALL'ARANCIA E ANICE STELLATO

Ingredienti per 4 persone

6 triglie
1 arancia non trattata
mezzo bicchiere di vino bianco
5-6 di bacche di anice stellato
una manciata di prezzemolo
olio evo
sale

Pulite le triglie eliminando le squame e le lische, ottenendo dei filetti. Sciacquate i filetti sotto l'acqua corrente.
In una padella versate l'olio e ponetevi a cuocere le triglie, coprendo con un coperchio. 
Aggiungete il succo dell'arancia e verso metà cottura versate il vino bianco.
Fate bollire tre bacche di anice stellato per qualche minuto e pestatele in un mortaio fino a ridurle in polvere.
Unite l'anice stellato alle triglie, salate e da ultimo cospargete la preparazione con il prezzemolo tagliato con le forbici.
Servite con l'intingolo di arancia e decorate il piatto con alcune bacche di anice stellato intere.

 

Un Girasole In Cucina Template by Ipietoon Cute Blog Design